Come leggere la bolletta del gas

La bolletta del gas è indecifrabile? Scopriamone insieme la lettura, è semplice!

La tua bolletta del gas è troppo alta? Vediamo insieme come leggere la bolletta del gas e dopo la lettura di alcuni dati capirai come risparmiare (cambiando offerta oppure optando per il cambio gestore).

Come leggere la bolletta del gas?

La lettura della bolletta gas è importante per comprendere quali siano i propri consumi e per imparare così a ridurli. È da sottolineare che, come per la luce, il prezzo del gas è costituto da componenti differenti, alcune delle quali non dipendono dal fornitore, ma sono stabilite direttamente dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente).
Scopriamo come ammortizzare le spese, come sia composta una bolletta e la sua interpretazione.

Nella bolletta di Enegan troverai anche una sezione in più, in cui potrai vedere quanti kg di CO2 sono stati risparmiati grazie al tuo contributo! Il gas fornito da Enegan è, infatti, 100% green: le emissioni associate alla fornitura di gas naturale sono compensate interamente con l’utilizzo di crediti di carbonio, come attestato dalla certificazione Gold Standard.

 

Fac simile Bolletta gas, le informazioni dettagliate

Passa il mouse o clicca sui numeri in verde per approfondire la sezione che ti interessa.


0Nella parte superiore della tua bolletta trovi le seguenti informazioni:
– a sinistra, il marchio Enegan Luce, Gas e TLC
– a destra, alcuni dati identificativi di Enegan S.p.A. quali: la sede legale, le sedi operative, il C.F e la P.IVA, l’ammontare del capitale sociale, il numero di iscrizione alla Camera di Commercio e l’indirizzo del nostro sito internet.

1In questa sezione trovi tutti i recapiti ai quali puoi contattarci: il numero verde, il numero per chiamate da cellulare, l’indirizzo internet di Enegan ed i contatti per chiedere informazioni e presentare reclami per iscritto.
2Se non opti per l’invio della fattura a mezzo mail, in questa sezione trovi il recapito dove riceverai le tue bollette. Tale indirizzo potrebbe essere diverso dal luogo di fornitura.
3In questa sezione trovi il tuo codice fiscale ed il tuo codice cliente.
4In questa sezione trovi i dati identificativi della tua fattura e l’eventuale indirizzo mail al quale la bolletta è inviata.
5In questa sezione trovi il riepilogo suddiviso per voci degli importi fatturati e oltre a quelle sotto indicate può contenere:
– Ricalcoli: che comprende gli importi fatturati a debito o a credito al cliente, è presente in bolletta solo se si sono verificati ricalcoli per: una modifica dei consumi (ad esempio una ricostruzione dei consumi per malfunzionamento del contatore o un errore nel dato di lettura comunicato dal distributore); oppure una modifica dei prezzi applicati (ad esempio legati a specifiche sentenze del Tribunale amministrativo).
– Bonus sociale: comprende gli importi accreditati ai clienti che hanno richiesto il bonus. E’ uno strumento introdotto dal Governo e reso operativo dall’Autorità, con la collaborazione dei Comuni, per garantire alle famiglie in condizione di disagio economico un risparmio sulla spesa per la fornitura di gas naturale.

5aSpesa per la materia gas naturale:
Tale voce comprende gli importi fatturati relativamente alle diverse attività svolte da Enegan per fornire il gas naturale al cliente finale. Per il settore del gas naturale comprende le voci relative all’approvvigionamento all’ingrosso della materia prima e per tutte le attività connesse, la commercializzazione al dettaglio (legata alla gestione dei clienti) e gli oneri di gradualità necessari a coprire i costi sostenuti dal venditore per l’adeguamento del proprio portafoglio di approvvigionamento, resosi necessario a seguito delle riforma delle modalità di calcolo del prezzo del gas naturale e per alimentare un apposito meccanismo previsto per i venditori con contratti di lungo periodo, che mira a promuovere la rinegoziazione dei suddetti contratti pluriennali.

5bSpesa per il trasporto e la gestione del contatore e spesa per oneri di sistema
Tale voce include:
– gli importi fatturati per le diverse attività che consentono ad Enegan di consegnare ai clienti finali il gas naturale da loro consumato. Corrisponde agli importi relativi ai servizi di trasmissione/trasporto, distribuzione e misura (ovvero lettura del contatore e messa a disposizione dei dati di consumo). Comprende anche gli importi fatturati relativi alle componenti relative all’incentivazione e al recupero della qualità del servizio e ai meccanismi perequativi dei suddetti servizi.
– gli importi fatturati relativamente a corrispettivi destinati alla copertura di costi relativi ad attività di interesse generale per il sistema gas che vengono pagati da tutti i clienti finali del servizio gas.

5cAltre partite: comprende gli importi eventualmente addebitati/accreditati al cliente finale per oneri diversi rispetto a quelli relativi alla Spesa per la materia gas naturale, alla Spesa per il trasporto e la gestione del contatore e alla Spesa per oneri generali. A titolo di esempio, possono essere comprese nelle altre partite gli interessi di mora, l’addebito/restituzione del deposito cauzionale, gli indennizzi automatici, i contributi di allacciamento.
5dAltre partite: comprende gli importi eventualmente addebitati/accreditati al cliente finale per oneri diversi rispetto a quelli relativi alla Spesa per la materia gas naturale, alla Spesa per il trasporto e la gestione del contatore e alla Spesa per oneri generali. A titolo di esempio, possono essere comprese nelle altre partite gli interessi di mora, l’addebito/restituzione del deposito cauzionale, gli indennizzi automatici, i contributi di allacciamento.
6In questa sezione trovi:
– l’importo totale da pagare (IVA inclusa) e la relativa data di scadenza;
– l’indicazione delle modalità di pagamento;
– le coordinate bancarie presso cui effettuare il pagamento.

7In questa sezione trovi l’imponibile e l’imposta sul valore aggiunto (IVA).
L’IVA si applica sull’importo totale della bolletta. Attualmente, per le utenze domestiche, è pari al 10%. Per le utenze non domestiche è attualmente pari al 22%. Alcune attività beneficiano di una aliquota ridotta pari al 10%.

8In questa sezione trovi evidenza di bollette precedenti, eventualmente non pagate.
8aIn questa sezione è indicata la finestra temporale mensile entro cui puoi comunicarci la tua autolettura

9In questa sezione trovi:
– il codice numerico nazionale di 14 cifre che identifica univocamente il punto fisico in cui il gas viene consegnato al cliente finale (PDR);
– Il REMI ossia un codice composto da numeri e/o lettere che identifica il punto di consegna dell’impianto di distribuzione che alimenta il punto di riconsegna;
– la matricola che identifica il contatore gas;
– l’indirizzo di fornitura che può non coincidere con l’indirizzo a cui le bollette sono recapitate;
– il numero del distributore da contattare in caso di guasti.

10In questa sezione trovi:
– il nome dell’offerta commerciale che hai scelto;
– la classe di prelievo
– la tipologia d’uso
– la data di attivazione della fornitura che non coincide con la data di sottoscrizione o con la data di conclusione del contratto
– la tipologia del gruppo di misura
– l’eventuale applicazione di bonus sociale
– il consumo annuo espresso in standard metri cubi
– il progressivo annuo espresso in standard metri cubi
– il Fattore C ossia il coefficiente idoneo a convertire il consumo misurato dal contatore, espresso in metri cubi, nell’unità di misura utilizzata ai fini della fatturazione ossia gli standard metri cubi
– il PCS ossia la capacità del gas naturale di produrre energia termica per la combustione completa di un metro cubo di gas a condizioni di temperatura e pressione standard, misurata in gigajoule/standard metro cubo (GJ/Smc).

11In questa sezione trovi il dettaglio dei consumi del mese di fatturazione.
I consumi fatturati mensilmente potrebbero essere reali, ossia comunicati dal distributore, stimati oppure comunicati dal cliente mediante autolettura.

12In questa sezione trovi un dettaglio delle imposte (Accise ed IVA) ed il relativo criterio di determinazione.
13In questa sezione trovi una tabella che specifica il consumo fatturato. Se la tua fornitura è attiva da un periodo inferiore ad un anno, il consumo viene riportato a decorrere dalla data di inizio della fornitura.

 

Cos’è la spesa per la materia energia?

É una voce che comprende gli importi fatturati relativamente alle diverse attività svolte dal venditore per fornire il gas naturale al cliente finale. Il prezzo è aggiornato ogni trimestre ed è composto da una quota fissa (euro/anno), che si paga per avere un punto di consegna attivo, anche in assenza di consumo, e una quota energia (euro/smc) che comprende tutti gli importi da pagare in proporzione al consumo.

Cosa si intende per spesa per il trasporto e la gestione del contatore?

Comprende gli importi fatturati per le diverse attività che consentono ai venditori di consegnare ai clienti finali il gas naturale. La tariffa è aggiornata ogni trimestre ed è composta da una quota fissa (euro/anno) e una quota energia (euro/smc).

Cosa sono le spese per oneri di sistema?

Si tratta degli importi fatturati per coprire i costi relativi ad attività di interesse generale per il sistema gas. Si tratta di un costo fissato dall’ARERA