Enegan Informa: Cambio fornitore di Energia Elettrica e Gas Naturale

Chiarisci i tuoi dubbi e leggi tutte le risposte

Ecco come cambiare il tuo gestore/fornitore di luce e gas

Stai valutando di cambiare il tuo fornitore di energia elettrica o gas naturale ma vorresti saperne di più su come avverrà la variazione?

Enegan dà le risposte a tutte le tue domande sul cambio fornitore luce e gas.

Come posso cambiare fornitore e passare ad Enegan?

Sia nel caso in cui tu provenga dal mercato di maggior tutela sia nel caso in cui sei già nel mercato libero ma intendi cambiare il tuo fornitore dovrai sottoscrivere un nuovo contratto. La richiesta di passaggio al tuo attuale venditore (recesso) sarà inoltrata direttamente da Enegan

Come posso richiedere la riattivazione di una nuova fornitura elettrica, precedentemente disattivata, o una nuova attivazione?

Per attivare o riattivare una fornitura di luce o gas è necessario che tu sottoscriva un nuovo contratto con la società di vendita da te prescelta. Scegli Enegan, inoltreremo noi la tua richiesta di attivazione o riattivazione della tua fornitura al Distributore competente nella zona dove è ubicata la fornitura.
L’attivazione o riattivazione verrà così eseguita direttamente dal Distributore e provvederemo noi a comunicarti eventualmente la fissazione di appuntamenti per sopralluoghi dei tecnici incaricati dalla Distribuzione.

Da quando decorre l’attivazione della fornitura con il nuovo venditore?

La decorrenza del contratto con il nuovo fornitore, sia per la luce che per il gas, avviene senza alcuna interruzione nel servizio di fornitura e senza alcun costo di attivazione.
Il passaggio ad Enegan e la decorrenza dell’offerta contrattuale a cui hai aderito, se sei titotare di un’utenza in bassa tensione, decorre dal primo giorno del mese successivo alle operazioni di recesso. Scopri di più

Quanto costa il passaggio da un operatore all’altro?

Il passaggio da un operatore all’altro non costa nulla.

Qual è il preavviso per esercitare il mio diritto di recesso?

-Se provieni dal mercato di tutela o salvaguardia o dal mercato libero, il preavviso è di 1 mese;
-Se sei alimentato in bassa tensione e/o con consumi di gas naturale non superiori a 200.000 m³/anno e provieni dal mercato libero, il termine di preavviso è pari a 3 mesi;
-Se hai anche un solo sito connesso in media tensione, il diritto di recesso e le sue modalità sono interamente disciplinati dalle Condizioni -Generali di Fornitura allegate al contratto sottoscritto;
-Se manifesti il diritto di recesso non per cambiare esercente, ma per cessare la fornitura ed i contratti ad essa collegati, il termine di preavviso non potrà essere superiore ad un mese.

Qual è la decorrenza dei tempi di preavviso?

In caso di cambio fornitore di energia elettrica e gas, il termine di preavviso per l’esercizio di recesso decorre a partire dal primo giorno del primo mese successivo a quello di ricevimento della comunicazione di recesso da parte dell’esercente o del cliente finale;
In caso di cessazione della fornitura senza cambio di fornitore, il termine di preavviso per l’esercizio di recesso decorre dalla data di ricevimento della comunicazione da parte del cliente finale.

Maggiori info sulle nostre offerte?

Per avere maggiori informazioni e ricevere una consulenza gratuita compila il seguente form.

Verrai ricontattato per organizzare un incontro con un nostro consulente e valutare senza impegno la nostra proposta commerciale.

Vuoi saperne di più? Contattaci.