Eneganart 2019

Quasi 1600 per R-Evolution, la quinta edizione di Eneganart

Il 31 luglio si sono chiuse le iscrizioni per EneganArt 2019, il Concorso Nazionale di Arte Attuale promosso da Enegan e ideato per scoprire, incoraggiare e sostenere gli artisti più promettenti del panorama contemporaneo. Quasi 1600 talenti si sono iscritti alla prima selezione comunicando, attraverso l’invio di un’immagine fotografica, la propria idea di “rivoluzione”. La R-Evolution (tema del 2019) è intesa come evoluzione dello spirito umano e dell’intera società oltre che un processo indirizzato ad apportare cambiamenti significativi in tutti gli aspetti della vita che non rispettano il contesto naturale e sociale.

Nella prima settimana di settembre sono stati svelati i 24 finalisti: Toni Alfano, Evita Andujar, Andrea Berni, Alessandro Bertoncello, Nicola Bindoni, Elisabetta Canevarolo, Savina Capecci, Marco Casalvieri, Fabio Coruzzi, Lisa Cutrino, Mauro De Giorgi, Andrea De Luca, Margarita Egorova, Paolo Garau, Letizia (Lady be) Lanzarotti, Gianni Lucchesi, Monia Marchionni, Ilaria Meli, Lorenzo Mini, Edoardo Nardin, Enio Niccolini, Alice Padovani, Dione Roach e Norman Tacchi.

La mostra delle opere finaliste si terrà presso il Museo degli Innocenti – Salone Borghini, dal 12 al 20 ottobre 2019 (Piazza Santissima Annunziata, 13), con ingresso gratuito.
Dopo la selezione dei ventiquattro finalisti, realizzata da Ileana Mayol (ideatrice e responsabile del progetto EneganArt) Gabriele Chianese (consulente artistico) e Veronica Filippi (critica d’arte) una giuria tecnica decreterà i 4 vincitori che riceveranno un premio in denaro e una borsa di studio per iscritti all’Accademia di Belle Arti, Istituti e Scuole per il design, la moda e le arti visive (valore complessivo di 10mila euro).
Le loro opere entreranno a far parte della Collezione EneganArt.

Eneganart è un progetto che parte dalla convinzione che l’arte sia sempre stata e possa ancora essere scintilla di cambiamento. Il semplice fatto di stimolare la creatività individuale conduce all’evoluzione, generata da una nuova ed uniforme consapevolezza.

Le elaborazioni ed i concetti espressi dagli artisti nei secoli hanno spesso posto particolare attenzione alle problematiche del mondo, hanno costretto le persone a prendere coscienza delle catastrofi, impedendo di fatto la possibilità di ignorare tali problemi.
Per questo Enegan ha scelto di dare energia e forza al talento, scommettendo ancora una volta sull’innovazione:
“In Italia ci sono incredibili eccellenze: Università, istituti di ricerca di altissimo livello, un grande patrimonio artistico – spiega Ileana Mayol – un elenco fin troppo lungo. È proprio per questo che non dobbiamo rassegnarci a vivere di rendita. Dobbiamo assolutamente rinnovarci, sfruttando le nostre tradizioni e l’eredità artistica impareggiabile per affidarci ai nuovi talenti, anche sconosciuti. EneganArt è un’occasione per farli conoscere”.

Le opere della collezione sono esposte all’interno degli uffici di Enegan nelle sedi di Vinci e Grosseto, portando con loro una piacevole sorpresa: “Abbiamo notato che l’incontro quotidiano con le opere negli uffici migliora il welfare dei propri dipendenti” conclude la Mayol.
Un esperimento artistico, sociale, di marketing e welfare che mette al centro l’energia creativa e accorcia le distanze socio-culturali.
EneganArt ti aspetta e ti chiede di mantenere vivo il tuo spirito R-evoluzionario!

Enegan Spot

Dalle parole ai fatti, dalle immagini all’azione.

On the same boat

Enegan al fianco di Alex Bellini, On the same boat, sulla medesima imbarcazione per accendere i riflettori sui gravi problemi ecologici mondiali

Ci abbiamo messo la faccia

Più di 50 video per un viaggio tra le pmi italiane che hanno scelto l’innovazione dell’energia verde

5×1000 save the planet

Per avere maggiori informazioni sulle attività di Save the Planet

In partenza la Campagna Facce 2019

I nostri clienti tornano a essere protagonisti